31 marzo, 2015

TEATRO DEL RAMMENDO. Progetto ArteStudio a cura di Riccardo Vannuccini realizzato con ZETEMA e ROMA CAPITALE. Foto originali di Ivan Selloni



Si conclude dopo due mesi di spettacoli, incontri,stage, lezioni, il progetto IL TEATRO DEL RAMMENDO con lo studio scenico sull'Amleto di Shakespeare realizzato a Corviale da RICCARDO VANNUCCINI con oltre venti partecipanti.

Il progetto IL TEATRO DEL RAMMENDO, una manifestazione di arte pubblica che citando una felice espressione di RENZO PIANO, ha voluto con una serie di iniziative che si sono svolte al "serpentone", nei bar di Corviale e fin dentro le case, rilanciare il senso della periferia nella città.

HAMLET CLOWN di Riccardo Vannuccini racconta gli appostamenti amorosi, buffi e crudeli, notturni e diurni degli attori fra le righe e le pieghe del testo, le cancellature, le note, le aggiunte, i rifacimenti, i commenti, le pagine perdute del capolavoro scespiriano.


Foto di Ivan Selloni

Foto di Ivan Selloni

Foto di Ivan Selloni

Foto di Ivan Selloni

Foto di Ivan Selloni

Foto di Ivan Selloni
Foto di Ivan Selloni



"DIMMI DI SìWING" con Gigi Miseferi e la sua Band Larga, Valentina Gemelli e la piccola Jack Russell Margot


In scena a Roma al Teatro San Luigi Guanella (via Girolamo Savonarola, 36 (zona Piazzale Clodio) il 9 - 10 -11 aprile 2015 alle ore 21


Un travolgente Show a ritmo di Risate e Musica Swing, scritto, diretto e interpretato da Gigi Miseferi, Attore e Comico proveniente dalla Compagnia del Bagaglino di Roma, con la quale ha partecipato a tutte le Produzioni Televisive in diretta dal Salone Margherita di Roma, dal 1990 fino all'ultima edizione del 2009 e con cui ha ottenuto tre "Telegatti". Attualmente impegnato sia in Radio con il Programma quotidiano "Obbligo di FREQUENZA" su TRS 102,3 e Romaweb Channel che al Cinema con "Onde Road", nelle sale dal 26 marzo. Prodotto dalla "Gold Event", torna in Teatro con la sua Band Larga, dopo i successi dello Show "Dalle LASAGNE al BRODway" e lo fa con Dimmi di SìWING affiancato dall'Attrice nonché sua partner Radiofonica, Valentina Gemelli e la sua piccola Jack Russell Margot, per la prima volta in scena. A bordo di una immaginaria macchina del tempo, il pubblico potrà godersi un viaggio sul binario dei sentimenti e dei delicati equilibri che governano il rapporto tra “Lui e Lei”. 

Cosa non farebbe un uomo innamorato per conquistare la donna dei suoi sogni? Potrebbe scrivere poesie, declamare versi, comporre delle melodie, cantare per lei. Tutto questo per sentirsi dire di SI. Ma se è vero che gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere, ecco svelato il motivo delle profonde differenze tra di loro. In una notte romana un uomo canta per conquistare la sua amata. Ci riuscirà? E soprattutto, chi è davvero questa "Lei"?

Tra divertenti gag e battibecchi Gigi Miseferi e la bella e brillante Valentina Gemelli verrà sfatato il vecchio assunto Tra moglie e Marito non mettere il dito, per far spazio all’esilarante Tra Moglie e Marito non mettere la zampetta, quella della simpatica e dolcissima Jack Russell, Margot, al debutto in Teatro e che in scena sarà protagonista di una divertentissima "gag" su come prepararsi al provino Cinematografico. La colonna sonora delle disavventure quotidiane della Coppia è affidata alle Canzoni Swing proposte da Gigi Miseferi & la sua Band Larga e così tra risate e divertimento, il Pubblico avrà la possibilità riassaporare in modo genuino e coinvolgente in qualità di Coro e sezione ritmica, lo straordinario repertorio di simpatiche, conosciute e orecchiabili Canzoni Swing eseguite rigorosamente dal vivo con gli strumenti originali che hanno fatto la fortuna di questo intramontabile genere musicale. Al Sassofono Carmelo Coglitore, al Pianoforte Francesco Pappaletto, al Contrabbasso Pino Delfino, alla Batteria Tonino Palamara.


Consulenza Musicale e Arrangiamenti di Carmelo Coglitore Scenografia L&M Costumi di Gigi Miseferi "Jeykey" Costumi di Valentina Gemelli "Accademia NEW Style" di Cosenza Costumi della piccola Jack Russell "Margot" "Charlotte's Dress" Regia di Gigi Miseferi
Al termine dello Show, agli Spettatori verrà offerta una degustazione di Prodotti Gastronomici Calabresi a cura di "Profumi e Sapori della Calabria" e di Vini dell'Azienda Vinicola Calabrese, "Giraldi & Giraldi".

Photo by Adriano Di Benedetto

28 marzo, 2015

Fashion show. A Palazzo Monaldeschi apre le porta per "Atelier avec du vin". Di Daniela Chessa


Ogni abito, un vino. Ogni capo, un sapore. Nel reciproco omaggio che nasce dall'elegante incontro delle eccellenze. Complice l'arrivo della Primavera, fra degustazioni e confezioni sartoriali nel cuore di Lubriano, sotto le volte di Palazzo Monaldeschi della Cervara. Da un' idea di Caterina Misasi, volto noto delle fiction italiane, ora in onda con Cento Vetrine, che durante l evento presenta la sua prima linea di moda Eye Moda prodotta da Antonio la Torretta. 

Insieme a lei sfilano gli abiti di Renata Ercoli, il brand internazionale Gloria Darling. "Con questa iniziativa – spiega – vogliamo dare inizio a una serie di eventi che facciano conoscere questi magnifici luoghi, incentivando così turismo, escursionismo e viaggi. 'Atelier avec du vin' diventa un'importante vetrina per le cantine locali, sponsorizza l'immagine dei prodotti, ne fa assaporare l'unicità e ne fa apprezzare l'eccellenza. È un viaggio nelle creazioni degli stilisti e nei sapori del luogo". Quanto alla serata, impreziosita dalle coreografie firmate Magia Mask di Marco Di Lauro, la conduzione frizzante di Anthony Peth, testimonial del made in Italy nel mondo e Tsnti personaggi e colleghi noti di Caterina che si sono fatti notare, fra questi Michele Danca e Astrid Meloni, scatenati tutti in pista con una special guest d' eccezione Dj Andy.


Daniela Chessa

“Prima di fare l’amore”. Falaguasta sorprende ed entusiasma. Di Paolo Leone


Roma, Teatro dei Satiri (via di Grottapinta 19). Dal 18 al 29 marzo 2015

Uno di quei giorni che… hai voglia di allenarti il doppio di quanto fai abitualmente, e picchiare sul sacco fino a farti male. Uno di quei giorni in cui, nel silenzio di uno spogliatoio di una qualsiasi palestra in orario di chiusura, hai voglia di ripercorrere la tua vita. Meglio, tutti “i prima” della tua vita, quegli istanti pregni di timore, adrenalina e senso dell’ignoto che accompagnano ogni nostra prima esperienza. Da qui inizia il bellissimo monologo di Marco Falaguasta “Prima di fare l’amore” che ha avuto un grande e meritato successo al Teatro dei Satiri dal 18 al 29 marzo.

27 marzo, 2015

"David è morto". Babilonia Teatri alla ricerca di 5 persone per questo spettacolo!


"David è morto" è il nuovo spettacolo di Babilonia Teatri, frutto di una coproduzione tra Teatro Stabile del Veneto ed Emilia Romagna Teatro Fondazione. Per lo spettacolo la Compagnia è alla ricerca di 5 persone che daranno vita a questa nostra prossima creazione. Entro il 10 aprile inviatele i vostri video di presentazione e postate il link al video sulla pagina facebook David è morto; selezioneranno una rosa di candidati con i quali lavoreranno a Padova dal 20 al 24 aprile per individuare le creature con cui dar vita allo spettacolo. David è morto debutterà a fine novembre 2015, con prove a Verona tra settembre e il debutto. Le persone prescelte saranno poi coinvolte in un progetto di più ampia durata.

Amaranto. Inatteso, sorprendente amore. Di Paolo Leone


Roma, Teatro Ambra Garbatella (Piazza Giovanni da Triora 15). Fino al 29 marzo 2015

Diventare è necessario, non essere!” L’esclamazione di uno dei sette personaggi di questa commedia, la mamma dell’avvocatessa interpretata da Barbara Pieruccetti, è il tragico equivoco dei nostri giorni intorno al quale ruota l’essenzialità di “Amaranto”, in scena al Teatro Ambra Garbatella fino al 29 marzo.
Vite vissute secondo i dettami e le decisioni altrui, che siano sociali o che provengano dai genitori poco cambia. Un assunto tanto più deleterio se applicato alla sfera sentimentale. Le passioni e i desideri repressi prima o poi esplodono, cercano la luce per non soffocare definitivamente nella selva delle convenzioni.

26 marzo, 2015

Il viaggio all'interno delle parole. Di Giuseppe Sanfilippo e Vincenza Vitello


Calligramma di Guillaume Apollinaire
Come sosteneva Heidegger all'interno della lettera sull'Umanesimo, il linguaggio è la casa dell'essere ed è proprio in questa che risiede l'uomo. La parola è quell'organismo vivo che è parte integrante dell'esistenza umana. Cosa sarebbe un soggetto pensante senza la possibilità di esprimere parole? Forse perderebbe una sfumatura della propria realtà noumenica, quella di comunicare, di entrare in contatto con la fenomenicità che lo circonda.
L’uomo è un essere che possiede un dono meraviglioso ovvero quello di poter parlare, pronunciare parole: musiche che fondano effetti molteplici, emozioni che sfoggiano equilibri, squilibri o sentimenti distorti in base agli effetti provocati da quel suono, ritmo e tono con cui sono pronunciate.

24 marzo, 2015

Mostra di Arte Figurativa “Interloqui Sinergici tra Sol Levante e Luna Ponente”. Massimo Triolo e Tetsuji Endo in mostra ad Arezzo



Dal 26 Marzo al 30 Aprile 2015 avverrà ad Arezzo un importante avvenimento, vale a dire la Mostra d'Arte di Massimo Triolo - artista e scrittore aretino, già alla quinta esposizione dei suoi disegni così visionari, tormentati, dai tratti precisi e veloci - e di Tetsuji Endo - affermato artista giapponese, che vive in Italia ormai dal 2007 e che propone uno stile che in parte riecheggia la classicità, rinforzata però dalla fantasia e dall'immaginazione dell'autore. Si tratta di due artisti per certi versi distanti, per altri vicini, come spiega la stessa curatrice della mostra Rita Carioti: “E’ interessante notare che pur avendo radici spazialmente così distanti, e formazioni culturali così differenti, nell’arte che li accomuna, quella figurativa, che ognuno ha separatamente coltivato nel corso del tempo, nell’attimo del loro incontro si siano trovati sinergicamente così vicini”.

Daniele Monachella. L'importante è sorridere sempre. Intervista di Daria D.



Ho conosciuto Daniele Monachella sul set del film “Ritratto di famiglia” diretto da Alexey Demichev, una giovane promessa del cinema che sta ultimando il corso di regia alla Civica Scuola di Cinema a Milano. Come in tutti i set che si rispettino, quelli dove lavorare in team è una piacere ma anche un must, perché lo scopo principale è la buona riuscita del prodotto finale e non i capricci delle “prime donne”,  si fanno belle amicizie, ci si scambia informazioni tra noi attori,  si scherza, ci si aiuta, si vuole sapere cosa abbiamo fatto e cosa  faremo.
E così, conversando con  Daniele, nei momenti di pausa,  mi ha parlato del suo imminente spettacolo che sarà in scena a Roma al Teatro dell’Orologio il 27, 28 e 29 marzo  e a Milano al Franco Parenti il 15, 16 e 17 maggio.

Safari Live – Work in progress. Dal 24 marzo in scena al Teatro Tordinona di Roma. Di Luna Saracino


Cacciatori, prede e voglia di rivoluzione nella rappresentazione teatrale di Emanuela Liverani

Presentato da Sycamore T. Company e interpretaro da Gabriele Sabatini, Emilia Scarpati Fanetti (e con l'amichevole partecipazione audio di Luciano Curreli), va in scena al Teatro Tordinona di Roma, dal 24 al 29 Marzo 2015, Safari Live – Work in Progress, uno spettacolo di teatro narrazione che parla di rivolta e racconta la storia di un uomo che in un tempo fatto di indifferenze è riuscito a diventare Cacciatore e a trasferirsi nella jungla, luogo in cui fa ritorno dopo aver lottato – quotidianamente - contro il suo nemico.
Nato come spin off di un progetto di un cortometraggio che non ha ancora visto la luce, Safari Live è stato portato in scena per la prima volta al Teatro Bipop Zaccaria di Roma lo scorso Marzo 2014. Pur mantenendo una struttura rigida, i contenuti di questo spettacolo possono assumere forme via via differenti: i testi possono subire modifiche, nuovi personaggi possono prendere vita, ma la poetica, il cuore, il fulcro di Safari Live (la rivolta) resterà sempre pulsante e al centro di tutto.