22 marzo, 2016

Luigi Tabita sarà Regan nel nuovo allestimento di "Re Lear” del Teatro Stabile di Catania


Il bravo attore Luigi Tabita, che il Corriere dello Spettacolo aveva già incontrato (http://www.corrieredellospettacolo.com/2013/08/luigi-tabita-lartista-nipote-darte.html), dal primo aprile sarà impegnato in una nuova avventura teatrale, che vede la coproduzione del Teatro Stabile di Catania e del Teatro Stabile di Napoli. 

Foto Andrea Salvini
Si tratta del “Re Lear” di William Shakespeare, in prima assoluta al Teatro Stabile di Catania e poi in tournée, che vedrà come protagonista nel ruolo di Re Lear Mariano Rigillo. “Una tragedia di denuncia contro un potere che logora e tramuta" la definisce lo stesso Tabita, che interpreterà il personaggio di Regan, perfida figlia del potente Lear. Infatti la regia, affidata al raffinato Giuseppe Dipasquale, ha deciso di fare interpretare a due uomini le due figlie shakespeariane che si contrappongono al padre per impadronirsi del suo potere conducendolo sino alla pazzia. Una scelta questa che vuole essere una critica al maschilismo del potere e che vuole evidenziare come le donne, raggiungendolo, perdano di sovente la loro femminilità e diventino uomini; è come se, a causa di un sessismo interiorizzato, le donne, quando assumono ruoli autoritari, abbandonino la loro indole per diventare sempre più maschili, come se l'essere mascolino conferisse a loro più autorevolezza agli occhi del mondo. Tabita interpreta proprio uno di questi due personaggi, vere anime nere dell'affascinante plot.
Uno spettacolo da non perdere, che attraverso un classico sviluppa una tematica fondamentale e presente con forza nella nostra odierna società.



al Teatro Stabile di Catania dal 1 aprile al 17 aprile 2016

1 commento: