02 gennaio, 2014

Marika Fruscio, la conturbante conduttrice Tv, ci racconta il suo nuovo percorso. Intervista curata da Andrea Axel Nobile



Marika Fruscio, la conduttrice tv più sexy della tv Italiana, si racconta al Corriere dello Spettacolo, svelando le sue passioni, i suoi obbiettivi, dichiarando il suo amore per l’arte teatrale, ma il suo sogno tv è diventare una brava conduttrice e un domani avere, perché no, una trasmissione di calcio tutta sua. Seguendo le orme di Simona Ventura, il suo pianto in diretta per l’uscita del Napoli alla Champions è già storia della tv dell’immediato presente. Incontriamo questa artista dalla bellezza giunonica che dimostra carattere e preparazione da vendere.

Marika il tuo 2013 è stato ricco di esperienze artistiche e nuove sfide,  tracciaci un bilancio di quest’anno…

Il mio 2013 è stato senza dubbio un anno pieno e ricco di esperienze. Ospitate importanti e conduzioni tv, tante soddisfazioni personali. Devo dire di aver vinto la mia Champions, dimostrando che a piccoli passi puliti si raggiungono buoni risultati. La mia scalata è sinonimo di bravura e impegno. Nel mio percorso artistico vi è tanta, tanta meritocrazia. Questo è stato un anno che mi ha messo alla prova  ed io ho saputo rispondere nel migliore dei modi, unendo carisma, seduzione e competenza.

Se dovessi esprimere un tuo obbiettivo artistico per questo 2014 cosa diresti?
 
Vorrei continuare così e migliorare su questa scia. Se devo salire qualche scalino mi piacerebbe che l’argomento sia prevalentemente il calcio, mi piacerebbe molto condurre una trasmissione sportiva con la stessa verve con cui ha condotto per anni  Super Simo (Simona Ventura). Spero che arriverà l’epoca di super Mary!

Hai avuto la grande opportunità di lavorare con un maestro della fotografia come Bruno Oliviero per il tuo calendario, come è stato essere diretta da un maestro indiscusso come lui?

Il calendario è un bel regalo offerto da Bruno Oliviero, maestro indiscusso della fotografia nazionale e internazionale. Non è stato fatto con obbiettivi precisi ma l’opera ha un senso, visto che rappresenta la donna vittima della società che nella propria stanza ritrova la sua personalità, le sicurezze per affrontare una realtà tal volta esigente ed aggressiva. Lo farà attraverso semplici gesti quotidiani. Non devo sfamare figli o stupire il mio pubblico dato che di servizi piccanti ne ho già fatti parecchi. Ho voluto regalare semplicemente scatti d’autore con un senso compiuto.

Sappiamo che adori sia il cinema che il teatro, cosa ti piacerebbe intraprendere tra queste due diverse realtà artistiche?

Preferisco il teatro, perché si instaura il contatto diretto col pubblico da parte dell’artista e la risposta della platea è immediata e palese, si sa subito se è successo o flop. Inoltre anche l’utente ha la possibilità, a teatro, di vivere in prima persona l’ emozioni portate in scena.

A teatro qual è il tuo genere preferito?

A teatro amo gustarmi le commedie divertenti, deve essere un momento di relax dove la mente si svaga e la risata deve servirmi per dimenticare per un momento i problemi e gli impegni, certo che gli attori devono essere bravi e all’ altezza di trasmettere divertimento e sorrisi.

Invece al Cinema qual è il tuo regista o il tuo genere di film  preferito?

Adoro i Vanzina, ma amo Dario Argento anche perché sono un appassionata del genere .

Il peggiore pregiudizio che hanno su di te che ti infastidisce?

Odio quando la gente si sofferma  sull’ aspetto fisico e si fa di tutta l’ erba un fascio. È vero, ci sono sceme senza cervello in tv che mostrano solo il lato fisico, ma ci son altre che hanno entrambe le cose, chi l’ha detto che una donna piacente dal fisico esplosivo sia vuota e senza cervello? Ma siamo in un Paese dove l’ignoranza fa da padrona. Speriamo che il 2014 porti saggezza e intelligenza per tutti.

È vero che il tuo uomo ideale deve essere un’intellettuale?

Sì, è vero, mi piace l’uomo intelligente, ma non voglio essere ipocrita perché anche l’occhio vuole la sua parte, deve essere piacente ai miei occhi ed intelligente. Soprattutto capace di domare una donna esigente come me!

Ti candidi come icona sexy Intellettuale?

Non sono io a candidarmi, sono gli italiani che ti eleggono icona e di sexy penso di avere tanto, ho sensualità e un sex appeal che esce da tutti i pori, come non dargli ragione? Consapevole di essere un vero sogno proibito.


Curata da Andrea Axel Nobile

12 commenti:

  1. non si può vedere...

    RispondiElimina
  2. fate tanto gli intellettuali ma poi un po' di figa per aumentare gli ascolti vi serve anche a voi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il cazzo rompe la figa tira!hahahah

      Elimina
  3. Moralisti, l'intervista è fatta molto bene, poi non è un'intervista tresch, e poi voglio dire bisogna a aprirsi a nuove comunicazioni baci Matteo

    RispondiElimina
  4. ciao sono Franca sono una fan di Marika, bella e brava, io copio tutti i suoi look , e come vedo ama l'arte teatrale proprio come me! la amo la seguo sempre una volta laureata in Lettere Classiche voglio fare la sua carriera . Ciao e grazie della bella intervista

    RispondiElimina
  5. La difenderò sempre mi son fatto un bel segon bella lei ho tutti i suoi calendari baci da Trieste

    RispondiElimina
  6. Si candida a icona gay lei è super frociarola

    RispondiElimina
  7. Anche io voglio essere come lei, baci Elisabetta

    RispondiElimina
  8. Lei è il mio mito seguo la sua trasmissione 7 gold , lei è pronta per fare fare quelli che il calcio no la Cabello. Maria Claudia

    RispondiElimina