04 novembre, 2013

LO SPECCHIO DI FRONTE VITTORIO GIACOMELLI. Di Claudia Conte e Emanuele Ajello


Cari lettori del Corriere dello Spettacolo,
oggi si parla di romanzi, in particolare de "LO SPECCHIO DI FRONTE", opera letteraria di Vittorio Giacomelli pubblicata nel 2013 dalla INTERMEDIA Edizioni.
Il libro in questione è l'opera prima dell'autore, artista poliedrico già notevolmente apprezzato per le sue composizioni musicali in puro stile Funky-Jazz. Da alcuni anni è frontman del gruppo, "Vittorio Giacomelli e la sua band" con cui ha già pubblicato due album intitolati "Sabbia" e "Gatto Nero".

La presentazione del libro "Lo specchio di fronte" è avvenuta lo scorso giovedì 31 ottobre alle ore 18, sul meraviglioso attico del Radisson Blu Hotel di Roma, nell'ambito dell'evento Amur.
Durante l'intervista a cura di Tiziana Mancinelli, Vittorio Giacomelli ha risposto alle domande dei presenti svelando alcune pillole riguardanti la trama del suo libro.
Osiride e Lucrezia, due vivaci donne di mezza età rimaste prematuramente vedove, all'oscuro delle loro figlie, decidono di dare una svolta alla loro vita aprendo un'attività commerciale dall'etica discutibile ma ben remunerativa. Lo specchio di fronte è uno spaccato di vita quotidiana. Temi attuali e delicati come l'omosessualità, il rapporto genitori-figli, l'emancipazione femminile sono trattati in maniera umoristica attraverso la minuziosa descrizione degli eventi comici.
Dichiara Giacomelli a proposito del suo romanzo: "I personaggi vivono conflitti interiori e sono pieni di paure che riescono a superare guardandosi dentro e cercando di capire desideri, passioni e aspettative di vita. Si tratta di un romanzo psicologico leggero nonostante le complesse ed estremamente attuali tematiche trattate. Il messaggio che ho voluto mandare è quello di cercare di essere sempre se stessi, unico segreto per vivere felici, evitando frustrazioni ed insuccessi."
Lo specchio di fronte. Tante vite allo specchio, tante storie e tanti personaggi da conoscere per conoscersi meglio.


Claudia Conte e Emanuele Ajello

Nessun commento:

Posta un commento